>
>

Lizzano in Belvedere (Bo) – Escursione al Monte Grande e la Sboccata dei Bagnadori

Lizzano in Belvedere (Bo) - Escursione al Monte Grande e la Sboccata dei Bagnadori

Il Monte Grande offre uno dei panorami più spettacolari dell’Emilia. Sboccata dei Bagnadori è nota anche per l’omonimo rifugio e per i rinvenimenti di materiali databili al Medio Neolitico.

Quest’area, infatti, pur essendo di difficile accesso, soprattutto in tempi passati, è sempre stata frequentata dall’uomo, come dimostrano questi reperti di circa 8000 anni fa che comprendono punte di frecce, raschiatoi e selci.

Il rifugio, immerso nel bosco a quota 1274 m s.l.m. sul crinale che divide la Valle del Dardagna dall’Alta Valle del Silla, è dotato di 14 posti letto in due camerate, cucina con fuochi a gas, lavello e stoviglie, servizi igienici e stufa economica. Davanti al rifugio si trova una sorgente dove è possibile rifornirsi di acqua. Il rifugio è disponibile tutto l’anno su prenotazione mentre il bivacco di emergenza è sempre aperto, 365 giorni all’anno, 24h/24h e dotato di camino e tavolo.
Facebook page Rifugio – Website info Rifugio

 

Vediamo come raggiungerne la cima a partire dalla Sboccata dei Bagnadori.

Il Monte Grande offre uno dei panorami più spettacolari dell'Emilia. Nella zona dei Bagnadori sono stati ritrovati alcuni reperti risalenti al periodo Neolitico

Si parte da Rio Ri, dove si trova una sorgente potabile e fresca, in direzione Bagnadori tramite il sentiero CAI 325.

Una volta arrivati ai Bagnadori (dove si trovano un bivacco e una delle sorgenti più grandi del territorio) per proseguire verso il Monte Grande è necessario seguire una piccola parte del sentiero CAI 123 e poi il 125a (che curva verso destra) fino alla cima del Monte.

Da qui è possibile ritornare ai Bagnadori tramite il sentiero CAI 125 e poi o tornare a Rio Ri (sentiero 325) oppure raggiungere Pian d’Ivo tramite la Via dei Signori (sentiero 323). In questo caso è possibile raggiungere di nuovo Rio Ri tramite la strada asfaltata, così da completare il percorso ad anello.

Il Monte Grande offre uno dei panorami più spettacolari dell'Emilia. Nella zona dei Bagnadori sono stati ritrovati alcuni reperti risalenti al periodo Neolitico

Questo percorso permette di osservare (e sorseggiare!) due importanti sorgenti e di raggiungere un punto panoramico incastonato tra cime più elevate. Dal Monte Grande è visibile anche il borgo di Monteacuto.

Una menzione particolare per le opere d’arte della Via dei Signori, installate nel 1994 nell’ambito del progetto (Parco del Corno alle Scale e Comune di Lizzano in Belvedere) “Sentiero d’Arte”.

Tutte le opere sono realizzate utilizzando materiali locali e in alcuni casi anche avvalendosi di maestranze/industrie del territorio (soprattutto per quanto riguarda la pietra e il ferro). Nell’ambito dello stesso progetto nel 1998 sono state realizzate le opere presenti alla cascata di Vidiciatico, che hanno il titolo complessivo di “Genesi dell’acqua”.

Il Monte Grande offre uno dei panorami più spettacolari dell'Emilia. Nella zona dei Bagnadori sono stati ritrovati alcuni reperti risalenti al periodo Neolitico

CARATTERISTICHE:
Difficoltà: Medio
Durata: Senza raggiungere Pian d’Ivo: circa 3h , Raggiungendo Pian d’Ivo: circa 4h
Distanza percorsa:
Punti di interesse: Rio Ri, Sorgente dei Bagnadori, Monte Grande, Bivacco dei Bagnadori
Flora: Acero, Castagno, Agrifoglio
Fauna: Donnola, Arvicola rossastra, Pipistrello

Località Pianaccio
Lizzano in Belvedere (Bo)

Website info

 

Italia: - -

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *