>
>
>

Lizzano in Belvedere (Bo) – Escursione e Trekking all’anello “Budiara – Monte Pizzo”

L’anello “Budiara – Monte Pizzo” è una comoda passeggiata nella zona del Corno alle Scala - trova eventi

L’anello “Budiara – Monte Pizzo” è una comoda passeggiata nella zona del Corno alle Scale. E’ perfetta per le famiglie o per passare un pomeriggio rilassante facendo trekking.

Budiara, località che si trova sopra al paese di Vidiciatico, vicino al Monte Pizzo

E’ possibile arrivare in macchina fino a Budiara, località che si trova sopra al paese di Vidiciatico, vicino al Monte Pizzo. Una volta lasciata l’auto alla fine della strada asfaltata proseguite a destra verso Budiara, dove potrete osservare la piana degli asfodeli, piante non autoctone della nostra zona ma introdotte alla fine dell’ ‘800 dal botanico Bertoloni.

proseguite a destra verso Budiara, dove potrete osservare la piana degli asfodeli

Qualcuno disse di essere andato in Grecia per ammirare la fioritura degli asfodeli ma ci sono anche nel Belvedere e se ne ammiriamo la fioritura a Budiara è grazie a Rodolfo Farneti: botanico nato a Chiesina nel 1859 e morto a Vidiciatico nel 1919, docente di patologia vegetale alla regia Università di Pavia.

L’asfodelo è una pianta straordinaria, tuberi, radici e semi sono commestibili

L’asfodelo è una pianta straordinaria, tuberi, radici e semi sono commestibili e forse, con la coltivazione dell’asfodelo, Farneti sperava di contrastare la povertà dell’epoca; purtroppo la coltivazione fu abbandonata perché è commestibile, ma non adatta ad uso alimentare.

Le foglie dell’asfodelo sono lunghe, strette ed appuntite, riunite a rosetta attorno ad uno stelo nudo alto un metro e più che porta una spiga di fiori bianchi. La pianta era sacra in tutta l’area greca e romana, era “l’erba degli eroi” e della vita ultraterrena. Cresceva spontanea e liberamente sulle tombe così che i morti si cibassero delle sue radici e dimenticassero la vita terrena…era “l’erba dell’oblio”. Nel vittoriano linguaggio dei fiori l’asfodelo simboleggia il ricordo eterno…

A Budiara l’asfodelo fiorisce più o meno in giugno quando il cielo è brillante e il sole fa impazzire le api

A Budiara l’asfodelo fiorisce più o meno in giugno quando il cielo è brillante e il sole fa impazzire le api, l’unico suono è il ronzare degli insetti e il fruscio del vento. Troverete anche castagni, noccioli e faggi.

Bocca delle Tese. Qui spesso si possono trovare tracce della presenza sia dei cinghiali che dei lupi, loro predatori naturali

Seguite poi il sentiero CAI 127 fino alla Bocca delle Tese.
Qui spesso si possono trovare tracce della presenza sia dei cinghiali sia dei lupi, loro predatori naturali.
Verso sera è possibile osservare anche le donnole, oppure scorgere le loro tracce.

Dalle Tese potrete proseguire verso il Monte Pizzo tramite la strada forestale o sempre tramite il percorso 127, che vi porterà alla chiesetta degli alpini. Una volta raggiunto il Monte Pizzo potrete godervi il fantastico panorama che si può ammirare dalla cima, poi tornate verso Budiara tramite la strada forestale, completando il percorso ad anello.

Dal Monte Pizzo è possibile effettuare voli in parapendio.

Questo percorso può essere effettuato anche in mountain bike o ebike. Nella zona è attivo anche il Montagna Senzafreni Bike Park per l’enduro e il freeride.

Questo percorso può essere effettuato anche in mountain bike o ebike. Nella zona è attivo anche il Montagna Senzafreni Bike Park per l’enduro e il freeride.

Difficoltà: Facile
Durata: 2 ore
Distanza percorsa: 3,3 km
Punti di interesse: Fontana d’Affrico, il Cristo, Chiesetta degli alpini
Flora: Asfodeli, Castagno, Faggio, Nocciolo
Fauna: Lupo, Cinghiale, Donnola

Monte Pizzo
Via Monte Grande
Frazione Vidiciatico
Lizzano in Belvedere (Bo)

Website info

 

Italia: - -

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *